Ultimi Articoli
Seguici Su
Home  /  Arte   /  Leoni d’Oro migranti a Venezia

Leoni d’Oro migranti a Venezia

Nata nel 1942 a Scalea, in Calabria, da padre italiano e madre ecuadoriana, emigrata nel 1954 in Venezuela e infine nel 1960 in Brasile, Anna Maria Maiolino rappresenta appieno “l’artista migrante”, con la sua poetica guidata dall’amore per le proprie radici e la terra d’adozione, intrisa di critica sociale.

Una storia umana e artistica vicina a quella di Nil Yalter (Cairo, 1938), turca, trasferitasi nel 1965 dalla capitale egiziana a Istambul e infine Parigi, dove risiede, ‘pioniera’ nell’aver affrontato temi sociali, in particolare legati all’immigrazione e alle esperienze femminili, nell’arco della sua articolata produzione.

Presenti entrambe per la prima volta con le proprie opere alla Biennale di Venezia Stranieri Ovunque – Foreigners Everywhere (Giardini e Arsenale, 20 Aprile – 24 Novembre 2024) Maiolino e Yalter sono state insignite dei Leoni d’Oro alla carriera della 60. Esposizione Internazionale d’Arte. Una scelta “particolarmente significativa – ha dichiarato Adriano Pedrosa, primo curatore latinoamericano della  Biennale Arte alla luce del titolo e del quadro della Mostra, incentrata su artisti che hanno viaggiato e migrato tra Nord e Sud, Europa e altri Paesi, o viceversa”.


Photo Credit © https://www.labiennale.org/

 

19 Maggio 2024
Attraverso l’Oceano con Ernesto Neto
1 Giugno 2024
Come immaginate la Nigeria?

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *